TTIP, l’UE si nasconde dietro Trump per commerciare i nostri diritti

Lo spettro del TTIP getta la sua ombra sull’Europa con il nuovo rapporto statunitense sulle leggi distorsive per gli scambi commerciali. In base al documento, UE e Italia dovrebbero cestinare numerose leggi che tutelano diritti, ambiente e qualità del cibo

Mentre Donald Trump tenta di imporre gli interessi americani nel mercato globale con una precisa alternanza di sparate e misure – e la Commissione europea si precipita per questo a riaprire i negoziati commerciali cui oltre 5 milioni di cittadini in tutta Europa si sono opposti con petizioni e manifestazioni, lo staff del presidente USA fa uscire tempestivamente il rapporto 2018 sulle leggi estere più distorsive per gli scambi a stelle e strisce. Leggi il resto di questa voce

Annunci

Il balletto di Trump sui dazi è l’arma per rilanciare il TTIP

TTIP

Le trattative commerciali tra Unione europea e Stati Uniti non si sono mai interrotte, ma oggi sono vive più che mai. Il ministro al commercio statunitense Wilbur Ross ha, infatti, sottolineato in un’intervista ripresa da Bloomberg Television che Donald Trump“ha bloccato l’accordo trans-Pacifico, non ha bloccato il TTIP”, aggiungendo che “questo era abbastanza deliberatamente e abbastanza esplicitamente voluto essere un messaggio sul fatto che siamo aperti a discutere con la Commissione europea“. Leggi il resto di questa voce

Parlamenti e società civile contro i comitati segreti del CETA

Ha fatto rumore, in Europa e in Italia, la notizia del meeting a porte chiuse tra i tecnici Europei e Canadesi e il settore privato, che a inizio settimana hanno avviato le discussioni per indebolire le normative che tutelano la sicurezza alimentare e limitano l’uso dei pesticidi nel CETA. L’agenda dell’incontro, contenuta in un documento ad accesso limitato della Commissione Europea, è stata resa pubblica dalla Campagna StopTTIP/StopCETA, che ha invitato i nuovi parlamentari italiani e gli eurodeputati a chiedere più trasparenza nei negoziati che riguardano materie di forte interesse pubblico. Leggi il resto di questa voce

CETA: al via il comitato segreto sui pesticidi. Il nuovo Parlamento chieda trasparenza

CETA

Inizia la discussione del comitato segreto che può indebolire le norme su pesticidi e qualità del cibo. I nuovi parlamentari italiani e gli eurodeputati chiedano trasparenza

La Campagna Stop TTIP/Stop CETA pubblica documento interno dell’UE con l’agenda dei lavori e lancia un appello: “La prossima settimana a Ottawa i nostri diritti saranno messi in discussione da un comitato tecnico non trasparente. I nuovi parlamentari intervengano subito” Leggi il resto di questa voce

Oltre 5500 candidati contro il CETA: verso un Parlamento #StopCETA

I want you #NoCETAOltre 5500 candidati alle elezioni di tutti gli schieramenti politici (oltre 500 come adesione individuale, i rimanenti come sostegno ufficiale del gruppo) hanno dichiarato di opporsi, se eletti, alla ratifica del CETA, l’Accordo di libero scambio tra Canada e Unione Europea, rimandata sine die nell’ultima legislatura grazie alla crescente pressione dell’opinione pubblica. E’ il risultato di #NoCeta #NonTratto, l’iniziativa della Campagna Stop TTIP / Stop CETA, coordinamento nazionale di oltre trecento organizzazioni e cinquanta comitati locali.

“Un accordo che impatterà pesantemente sulle nostre piccole imprese, sui piccoli produttori agricoli come sulle nostre tipicità” sottolinea Monica Di Sisto, portavoce della Campagna italiana Stop TTIP / Stop CETA. “Dopo anni di crescente mobilitazione, dopo essere riusciti a sospendere il processo di ratifica nel Parlamento italiano, il nostro assalto al cielo è la nascita di un Parlamento #StopCETA, che si opponga alla svendita dei diritti e delle nostre tipicità al peggior offerente riaprendo con la Commissione europea un confronto decisivo sul ruolo e la struttura dei trattati commerciali”.
Nonostante la retorica del Governo Gentiloni e del Ministro Carlo Calenda, i vantaggi ottenuti dal nostro Paese in seguito all’applicazione dell’accordo sarebbero minimi rispetto agli impatti negativi.

Qui il podcast della Conferenza stampa organizzata in Senato il 1 marzo 2018
https://www.radioradicale.it/scheda/534732/noceta-tutelare-agricoltori-e-consumatori-ambiente-e-diritti-dei-lavoratori

E questo un servizio di Tele Ambiente sull’iniziativa
https://www.teleambiente.it/noceta-tutelare-agricoltori-consumatori-ambiente/

“La questione delle Indicazioni geografiche è stata utilizzata come cavallo di troia per dimostrare i potenziali vantaggi del trattato, senza però sottolineare che degli oltre 291 prodotti italiani tipici tutelati in Europa, solo 41 beneficerebbero della tutela parziale sul mercato canadese, col rischio di reciprocità” sottolinea Di Sisto, “in uno scenario agroalimentare che si modificherebbe profondamente, sia dal punti di vista dei flussi di prodotti (ad esempio i cereali) che degli standard di protezione del consumatore e dell’ambiente. In un momento di crisi economica non serve mettere sotto pressione le nostre produzioni e i nostri livelli di tutela, ma al contrario ripensare profondamente la politica commerciale europea verso un sistema di scambi più sostenibile a livello ambientale e sociale”.

Con l’iniziativa #NoCeta #NonTratto l’obiettivo è consolidare un gruppo trasversale di parlamentari contrari all’accordo, rafforzando e superando l’esperienza dell’attuale gruppo interparlamentare che è riuscito a raccogliere oltre cento adesioni nel corso del 2017.

Vogliamo un Parlamento che dica #NonTratto

In poco più di due settimane oltre 500 candidati hanno aderito alla campagna #NoCETA #NonTratto, lanciata per creare un blocco contrario al CETA e agli altri accordi commerciali pericolosi per i diritti e l’ambiente. Merito della pressione di tutti i 50 comitati StopTTIP-StopCETA e del fondamentale supporto delle associazioni agricole e della società civile.

Domani abbiamo l’occasione di presentare la lista delle adesioni in una conferenza stampa al Senato. Parteciperemo dalle 10,30 con Monica Di Sisto, portavoce della Campagna StopTTIP-StopCETA, supportando l’evento con un tweetstorm. Qui sotto alcuni esempi di tweet, a cui si può allegare l’immagine scaricabile da questo link https://goo.gl/nN9Et4

Leggi il resto di questa voce

#StopCETA #NonTratto: il 22 febbraio fai pressione sui candidati

stopceta tweetstormPer sollecitare tutti i candidati a fare la loro parte per un commercio più giusto, rispettoso dei diritti e dell’ambiente, lanciamo una campagna social giovedì 22 febbraio alle 12.

In poco più di una settimana già oltre 350 candidati hanno inviato la loro adesione alla campagna #NoCETA #NonTratto, promossa da Stop TTIP Italia insieme ad Arci, Arcs, Ari, Assobotteghe, Attac, CGIL, Fairwatch, Greenpeace, Legambiente, Movimento Consumatori, Navdanya International, Slowfood, Terra! e Transform. Un risultato importante, ma ancora soltanto un primo passo verso la costituzione dell’intergruppo parlamentare che nella prossima legislatura dovrà fermare l’approvazione del CETA.

Partecipa e diffondi! Puoi utilizzare le bozze di tweet o di post per facebook che trovi qui sotto, taggando i candidati che conosci o che vuoi sensibilizzare, tra cui:

Laura Boldrini – @lauraboldrini – https://www.facebook.com/Laura-Boldrini-325228170920721/
Paolo Gentiloni – @PaoloGentiloni – https://www.facebook.com/paologentiloni/?ref=br_rs
Matteo Renzi – @MatteoRenzi – https://www.facebook.com/matteorenziufficiale/
Vittorio Sgarbi – @VittorioSgarbi – https://www.facebook.com/SgarbiVittorio/
Stefano Parisi – @s_parisi – https://www.facebook.com/StefanoParisiPaginaUfficiale/
Silvio Berlusconi – @berlusconi – https://www.facebook.com/SilvioBerlusconi/
Raffaele Fitto – @RaffaeleFitto – https://www.facebook.com/fittoraffaele/
Giorgia Meloni – @GiorgiaMeloni -https://www.facebook.com/giorgiameloni.paginaufficiale/
Matteo Salvini – @matteosalvini – https://www.facebook.com/matteo.salvini1
Beatrice Lorenzin – @BeaLorenzin – https://www.facebook.com/BeatriceLorenzin/
Pietro Grasso – @PietroGrasso – https://www.facebook.com/PietroGrasso/

#StopCETA: oltre 350 candidati alle prossime #elezioni hanno già aderito alla campagna #NoCETA #NonTratto! Ecco come fare! http://bit.ly/2BG2Chc

La campagna #StopTTIP #StopCETA chiede a tutti i candidati alle #elezioni di sottoscrivere 10 punti per un commercio giusto! In 350 hanno già risposto #NoCETA #NonTratto http://bit.ly/2BG2Chc

Nel commercio che vogliamo non ci sono #OGM e #pesticidi! Chiediamo ai candidati di sottoscrivere il decalogo #NoCETA #NonTratto! http://bit.ly/2BG2Chc

Vogliamo i servizi pubblici fuori dagli accordi commerciali! Per questo chiediamo ai candidati di impegnarsi a sostenere la campagna #NoCETA #NonTratto! http://bit.ly/2BG2Chc

Niente accordi al ribasso sui diritti del #lavoro! Mandiamo in Parlamento chi sostiene la campagna #NoCETA #NonTratto! http://bit.ly/2BG2Chc

No agli accordi tossici sulla pelle degli agricoltori: chiediamo a tutti i candidati di schierarsi con la campagna #NoCETA #NonTratto! http://bit.ly/2BG2Chc

StopTTIP Italia lancia la nuova campagna #NoCETA #NonTratto

no ceta non tratto

Il coordinamento Stop TTIP / Stop CETA si incontra a Milano il 10 febbraio e lancia un appello ai candidati alle elezioni politiche: #NoCETA o non vi votiamo. Obiettivo: bloccare la ratifica del CETA e cambiare l’agenda commerciale europea

Bloccare definitivamente in Italia la ratifica del CETA, l’accordo di liberalizzazione commerciale Unione Europea – Canada, come segnale inequivocabile in vista delle europee 2019: basta liberalizzare il commercio a scapito dei diritti, in Italia e in Europa. È l’obiettivo della campagna di pressione #NoCeta #NonTratto, lanciata dalla piattaforma italiana Stop TTIP / Stop Ceta in collaborazione con Arci, Arcs, Ari, Assobotteghe, Attac, CGIL, Fairwatch, Greenpeace, Legambiente, Movimento Consumatori, Navdanya International, Slowfood, Terra! e Transform e indirizzata ai candidati alle elezioni nazionali del prossimo 4 marzo. Leggi il resto di questa voce

10 febbraio: assembla nazionale #StopTTIP #StopCETA

IL 2018 INIZIA CON IL BOTTO!
ASSEMBLEA NAZIONALE DELLA CAMPAGNA STOP TTIP IL 10 FEBBRAIO A MILANO

Lo scorso anno abbiamo compiuto un’impresa: abbiamo fermato la ratifica del #CETA al Senato. Adesso siamo pronti al contrattacco, con una nuova campagna di pressione sul prossimo Parlamento.

Organizziamola insieme il prossimo 10 febbraio a #Milano: vi aspettiamo!

Assemblea Milano 2018

Mentre la Wto collassa il Canada si allea con Trump contro il principio di precauzione

La Conferenza ministeriale della Organizzazione mondiale del commercio, convocata a Buenos Aires fino al 13 dicembre, sembra a un passo dal collasso, e il Canada non perde tempo: si allea con Trump per attaccare il principio di precauzione. Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: